La Pagina: Elezioni 2008: etica e politica

17, Marzo, 2008 a 12:21 pm E’ appunto perche’ a parlare sono i fatti e non le chiacchiere che si puo’ dire che il Governo Prodi sia stato il piu’ clericale della storia della Repubblica. Non una sola iniziativa e’ arrivata a termine, se i vescovi hanno detto di no.

Infatti chi e’ il secondo partito clericale d’Italia adesso, se non il PD (dopo l’UDC)? E in quale partito e’ permesso di pensare liberamente sull’etica, se non nel PDL?

Advertisements

Tags: , , , , , , , ,

One Response to “La Pagina: Elezioni 2008: etica e politica”

  1. Antonio Murabito Says:

    L’unico partito non-clericale, ci tengo a sottolineare non-clericale al posto di anticlericale, come ad esempio sembra (?) essere il Partito Radicale, credo sia il partito di Boselli, che si e’ espresso piu’ volte contro i privilegi ecclesiastici, e le sovrabbondanti prese di posizione del Vaticano sulle vicende politiche e morali.
    Verissimo che nel PD spiccano valenti politici proni ad ogni sospiro proveniente dalle gerarchie ecclesiastiche e scarsamente attenti alle istanze provenienti dai preti del popolo, come Don Gallo, Don Ciotti, ed altri.
    Comportamento altrettanto supino nel PDL, dove non si registra alcun segnale, ma viene ripetutamente ribadita la totale sintonia tra Stato e Chiesa (per dirla con Boff della Chiesa gerarchica).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: