Umanamenteidiota: La generazione Goldrake era migliore

Maurizio Morabito Gennaio 18th, 2008 at 12:26 pmAllora…visto che abito a Londra, e questa me l’ero persa, ho fatto un po’ di indagine per vedere se era il classico “mai permettere ai fatti di rovinare una buona storia”.

D’altronde la maggior parte delle linee elettrificate qui hanno il “terzo binario” per cui il semplice attraversamento e’ rischiosissimo, figuriamoci lo sdraiarsi.

Ho trovato allora la notizia sulla BBC http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/7180814.stm . Nelle preoccupazioni riportate sembra che entrino tutti quelli che in qualche modo si avvicinano ai binari o ai treni: dai teenager che aspettano il treno per poi evitarlo all’ultimo istante, agli artisti dei “graffiti”.

Si parla di 300 morti. Non so se siano tanti o pochi rispetto ad altre nazioni, e non si dice quanti siano quelli adolescenti, e quelli morti “per giocare”.

La “notizia” in fondo non era una “notizia” in se’, ma legata al fatto che Network Rail ha lanciato una nuova campagna in proposito.

Comunque e’ chiaro che alcuni rischiano la pelle per divertimento. Perche’ lo fanno? Perche’ sono teenagers e come scritto sul New York Times, hanno una percezione distorta del rischio (paradossalmente, lo sovrastimano, ma al contempo esagerano ancora di piu’ i lati positivi del correre certi rischi)

http://www.nytimes.com/2007/12/18/health/18brod.html

E anche perche’ la societa’ britannica non sa che farsene, dei teenagers..

http://mauriziomorabito.wordpress.com/2007/02/14/lettera-a-uno-schoolboy/

Advertisements

Tags: , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: